ECCO IL MODELLO DA COMPILARE PER CHI NON POSSIEDE LA TV

Tramite il nuovo modello disponibile online, i cittadini che risultano titolari di un’utenza di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale possono certificare che in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di un’utenza elettrica è detenuto un apparecchio tv. Continua...
ECCO IL MODELLO DA COMPILARE PER CHI NON POSSIEDE LA TV ECCO IL MODELLO DA COMPILARE PER CHI NON POSSIEDE LA TV ECCO IL MODELLO DA COMPILARE PER CHI NON POSSIEDE LA TV

Canone Rai

Pronto il modello con cui si autocertifica di non possedere un apparecchio tv

È disponibile in rete il modello con cui i titolari di un contratto di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale possono certificare di non possedere un apparecchio televisivo. Si tratta di una dichiarazione sostitutiva che se non veritiera comporta delle sanzioni anche penali (articoli 75 e 76 del DPR n.445/2000).
La legge di stabilità 2016 ha introdotto, infatti, la presunzione di possesso dell’apparecchio televisivo nel caso in cui esista un’utenza elettrica nel luogo in cui il soggetto risiede anagraficamente. Tramite il nuovo modello disponibile online, i cittadini che risultano titolari di un’utenza di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale possono certificare che in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di un’utenza elettrica è detenuto un apparecchio tv. Il modello può essere presentato anche per segnalare che il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata ad un altro componente della stessa famiglia anagrafica, del quale deve essere indicato il codice fiscale. È il caso, ad esempio, di due soggetti che fanno parte della stessa famiglia anagrafica, ma titolari di utenze elettriche separate. La dichiarazione sostitutiva, inoltre, può essere resa dall’erede in relazione all’utenza elettrica transitoriamente intestata a un soggetto deceduto.

Come presentare l’autocertificazione

Il modello di dichiarazione sostitutiva va presentato direttamente dal contribuente o dall’erede tramite un’applicazione web, che sarà resa disponibile a partire dal prossimo 4 aprile sul sito internet delle Entrate, utilizzando le credenziali Fisconline o Entratel rilasciate dall’Agenzia, oppure tramite gli intermediari abilitati. Nei casi in cui non sia possibile l’invio telematico, è prevista la presentazione del modello, insieme a un valido documento di riconoscimento, tramite servizio postale in plico raccomandato senza busta all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

Quando va presentato il modello

Per il 2016, primo anno di applicazione del pagamento del canone in bolletta, la dichiarazione sostitutiva avrà effetto per l’intero canone dovuto per l’anno 2016 se viene presentata tramite raccomandata entro il 30 aprile 2016, oppure in via telematica entro il 10 maggio 2016.
La dichiarazione presentata tramite raccomandata dal 1° maggio 2016 ed entro il 30 giugno 2016, oppure in via telematica dall’11 maggio 2016 al 30 giugno 2016, avrà effetto per il canone dovuto per il semestre luglio-dicembre dello stesso anno. La dichiarazione presentata dal 1 luglio al 31 gennaio 2017 avrà effetto per l’intero canone dovuto per l’anno 2017.

Indicazioni per chi attiva nuove utenze

I cittadini che attivano una nuova utenza di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale, e che non sono titolari di altra utenza residenziale nell’anno di attivazione, devono presentare la dichiarazione sostitutiva entro la fine del mese successivo alla data di avvio della fornitura per avere effetto a partire dalla stessa data e fino al 31 dicembre dell’anno in corso.

Clicca qui per scaricare il modello da presentare.

La normativa

Canone Rai: le novità introdotte dalla legge di stabilità 2016

La disciplina del canone di abbonamento alle radioaudizioni è contenuta nel regio decreto-legge 21 febbraio 1938, n. 246, convertito dalla legge 4 giugno 1938, n. 880.
La legge di stabilità 2016 (articolo 1, commi da 152 a 159, della legge 28 dicembre 2015, n. 208), nel modificare il citato regio decreto-legge, ha introdotto, con riferimento agli abbonamenti in ambito privato, una nuova presunzione di detenzione dell’apparecchio televisivo nel caso in cui esista un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui una persona ha la propria residenza anagrafica e ha previsto nuove modalità di versamento del canone TV mediante addebito sulle fatture emesse dalle imprese elettriche, in dieci rate mensili, da gennaio ad ottobre di ogni anno.
Per superare tale presunzione, a decorrere dall’anno 2016, è ammessa esclusivamente una dichiarazione sostitutiva rilasciata ai sensi del testo unico di cui al decreto del presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n.455: tale dichiarazione, che ha validità 4 annuale, deve essere presentata all’Agenzia delle entrate con le modalità definite con provvedimento del Direttore della stessa Agenzia.
Per il solo anno 2016, dati i ristretti tempi a disposizione delle imprese per i necessari adeguamenti procedurali da parte delle imprese elettriche, il primo addebito del canone sarà effettuato con la prima fattura successiva al 1° luglio 2016.
E’ demandata, poi, ad un decreto del Ministro dello sviluppo economico, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze, attualmente in corso di emanazione, la definizione delle disposizioni attuative delle previsioni contenute nella legge di stabilità.
Il canone, infine, per l’anno 2016 è ridotto a 100 euro.
Le banche dati utilizzate per l’individuazione dei soggetti tenuti al pagamento del canone Rai
Le nuove modalità di pagamento del canone televisivo comportano una completa rivisitazione dell’attuale processo di gestione del tributo nonché la definizione e la realizzazione di un sistema di interscambio delle informazioni tra i diversi enti coinvolti nel processo.
La riforma vede coinvolti, infatti, oltre all’Agenzia delle entrate e alla Rai, nuovi attori nel processo di pagamento del canone, quali l’impresa elettrica, Acquirente Unico S.p.a. (società pubblica interamente partecipata dal Gestore dei Servizi Energetici S.p.a.) e l’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico.
Per l’attuazione di quanto previsto dalla norma, infatti, i diversi soggetti che ne hanno la disponibilità sono autorizzati allo scambio e all’utilizzo di tutte le informazioni utili a consentire il corretto addebito del canone.
Le novità introdotte con la legge di stabilità non hanno modificato il presupposto impositivo che resta il possesso dell’apparecchio TV. Il canone è dovuto una sola volta in relazione a tutte le residenze e dimore della famiglia anagrafica, come definita dall’articolo 4 del decreto del Presidente della Repubblica 30 maggio 1989, n. 223 (agli effetti anagrafici 5 per famiglia si intende un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità adozione o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi dimora occasionale nello stesso comune).
In tale contesto, ai fini del corretto addebito del canone TV, nelle fatture di energia elettrica, è fondamentale disporre di corrette informazioni circa:
1. i soggetti titolari di contratti per la fornitura di energia elettrica uso domestico:
2. i soggetti esentati dal pagamento (soggetti con più di 75 anni e reddito non superiore 6.713,98 – articolo 1, comma 132 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 - ovvero per effetto di Convenzioni internazionali);
3. le dichiarazioni di non possesso dell’apparecchio TV (articolo 1, comma 153, della legge di stabilità 2016);
4. i pagamenti eseguiti con altre modalità da soggetti che pur essendo tenuti al pagamento del canone TV non dispongono di contratti elettrici uso domestico sul quale effettuare l’addebito (ad esempio il custode di una scuola che vive in locali resi disponibili dalla scuola stessa);
5. le famiglie anagrafiche con le relative residenze.
In tale contesto, assumono particolare rilevanza le informazioni desumibili direttamente dalla imprese elettriche dai contratti stipulati. Infatti, le attuali tipologie contrattuali individuano le forniture domestiche nello stesso luogo di residenza sotto i 3 Kw (contratti D2), ma per le stesse forniture sopra i 3 Kw non è rilevato il luogo di residenza (contratti D3). Al riguardo, si evidenzia che anche per i contratti sopra i 3 Kw stipulati a partire dal 1° gennaio 2016, la legge di stabilità ha previsto che le imprese elettriche acquisiscano direttamente le informazioni sulla residenza anagrafica del contribuente già al momento dell’attivazione dell’utenza, potendo così individuare autonomamente l’utente elettrico a cui addebitare il canone.
Per i contratti già in essere alla data del 1° gennaio è necessario, invece, prevedere una prima fase di allineamento anagrafico tra sistemi informativi delle imprese elettriche e 6 Anagrafe Tributaria, per stabilire se il luogo di fornitura di energia coincide con il luogo di residenza del contribuente/cliente, prevedendo anche una gestione delle variazioni.
A tal fine, si prevede che l’Acquirente Unico S.p.a. trasmetta all’Agenzia delle entrate le informazioni relative a tali contratti, rese disponibili dalle imprese elettriche secondo quanto previsto dalla delibera dell’Autorità del 17 dicembre 2015.
Successivamente, l’Agenzia delle entrate, sulla base delle informazioni disponibili nel Sistema Informativo dell’Anagrafe Tributaria, individuerà i contribuenti per quali il luogo di fornitura corrisponde alla residenza dell’intestatario, comunicandone gli estremi allo stesso Acquirente Unico S.p.a., che provvederà a trasmettere l’elenco alle imprese elettriche, con tempi, modalità e contenuti che saranno stabiliti d’intesa dopo l’emanazione del previsto decreto ministeriale. Tale attività, tuttavia, sconta un certo margine di approssimazione dovuto anche alla necessaria attività di “normalizzazione” degli indirizzi, volta a per correggere eventuali errori o incoerenze riscontrate in un indirizzo e per completare le informazioni mancanti.
Una volta individuati i soggetti potenzialmente destinatari dell’addebito del canone in fattura, sarà necessario verificare la presenza eventuale di dichiarazioni di non possesso dell’apparecchio TV, di pagamenti eseguiti con altre modalità e di soggetti esentati dal pagamento; ciò al fine di evitare errori e duplicazioni nell’addebito del canone.
In tale contesto, assume cruciale importanza la corretta individuazione della famiglia anagrafica che, in modo del tutto peculiare rispetto alle diverse imposte del nostro sistema tributario, costituisce di fatto il soggetto passivo del tributo.
Allo stato attuale, in attesa della costituzione della nuova Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, l’individuazione della famiglia anagrafica risulta particolarmente complessa e al fine di superare tale criticità, fino al completo avvio dell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente, l’emanando decreto dovrà prevede che i Comuni siano tenuti a trasmettere all’Agenzia delle entrate - Direzione provinciale I di Torino – Sportello SAT, su richiesta della stessa Agenzia delle entrate, i dati relativi alle famiglie anagrafiche.
Sarà, quindi, necessario che l’Agenzia delle entrate trasmetta alle imprese elettriche, per il tramite di Acquirente Unico S.p.a., le informazioni relative ai soggetti che risultano 7 aver presentato la dichiarazione di non detenzione di apparecchi televisivi, con le relative decorrenze, nonché i dati relativi ai soggetti appartenenti alla stessa famiglia anagrafica nei cui confronti non si deve procedere all’addebito in quanto il pagamento è stato già effettuato con altre modalità (ad esempio trattenuta sulla pensione) oppure perché almeno uno dei componenti della famiglia risulta esente dal pagamento per effetto di Convenzioni internazionali – è il caso, ad esempio, degli appartenenti alle forze armate Nato o degli agenti diplomatici - o perché in possesso di altri requisiti previsti per legge.
Si fa presente, al riguardo, che tutti gli scambi di informazioni tra l’Agenzia delle entrate e l’Acquirente Unico Spa dovranno essere regolati secondo modalità e contenuti definiti di comune intesa.
Sarà, infine, necessario prevedere forme di rendicontazione delle operazioni effettuate da parte delle imprese elettriche all’Agenzia delle entrate. Tali informazioni saranno utilizzate per verificare il corretto versamento del canone da parte dei contribuenti e procedere alle eventuali azioni di recupero, nonché per verificare il corretto addebito del canone e riversamento delle somme riscosse da parte delle imprese elettriche.
Il modello di dichiarazione sostitutiva è disponibile sui siti internet:
www.agenziaentrate.gov.it  
www.finanze.it
www.canone.rai.it 
 
Articolo tratto dall'Agenzia delle entrate
Foto dal web
Torna alla Homepage

News ed Eventi

3.14 IL PI GRECO DAY

La Giornata del Pi Greco viene festeggiata in tutto il mondo con una serie di iniziative organizzate proprio per il 14 marzo, una data simbolo.

LA CINA AUMENTA LE TASSE PER L'E-COMMERCE ESTERO

a partire dall’8 Aprile, sarà introdotto un importante cambiamento nella disciplina fiscale applicata ai beni acquistati online dall’estero al fine di ridurre i vantaggi fiscali rispetto alla tassazione dei beni importati attraverso i canali tradizionali. Continua...

BONUS MOBILI PER GIOVANI COPPIE

La detrazione compete per le spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016 per l’acquisto di mobili destinati all’arredo dell’abitazione principale della giovane coppia ma non anche per le spese per l’acquisto di grandi elettrodomestici. Continua...

BONUS ARREDI - DI COSA SI TRATTA - COME RICHIEDERLO

La detrazione, che va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo, spetta sulle spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2016 ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro. Continua...

COME SI CREA UNA PEC - POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA

La PEC-posta elettronica certificata è uno strumento mediante il quale comuni cittadini, professionisti, aziende ed esponenti della Pubblica Amministrazione possono scambiarsi messaggi aventi valore legale: lo stesso valore legale di una raccomandata con ricevuta di ritorno. Continua...

LA PROCESSIONARIA - DI COSA SI TRATTA E COME DIFENDERCI

Si tratta di un insetto altamente distruttivo per le pinete poiché le priva di parte del fogliame, compromettendone così il ciclo vitale. Inoltre, durante lo stadio larvale tale insetto presenta una peluria che risulta particolarmente urticante per vari animali, compreso l'uomo. Continua...

COME CAMBIA IL SISTEMA ENTRATEL E FISCONLINE

Dal prossimo 4 aprile basterà inserire il codice pin una sola volta, in fase di autenticazione, insieme a nome utente e password, per poter navigare in tutte le funzioni di consultazione. Continua...

INVIO TELEMATICO DEL CERTIFICATO DI MALATTIA - COME E QUANDO

La procedura per l’invio online dei certificati di malattia coinvolge tutte le categorie di lavoratori dai dipendenti privati a pubblici, con esclusione dei dipendenti del settore pubblico disciplinati da propri ordinamenti. Continua...

BONUS STRUMENTI MUSICALI - DI COSA SI TRATTA?

Possono usufruire del bonus gli studenti dei conservatori di musica e degli istituti musicali pareggiati, iscritti e in regola con il pagamento delle tasse e dei contributi. Continua...

ECCO IL MODELLO DA COMPILARE PER CHI NON POSSIEDE LA TV

Tramite il nuovo modello disponibile online, i cittadini che risultano titolari di un’utenza di fornitura di energia elettrica per uso domestico residenziale possono certificare che in nessuna delle abitazioni per le quali il dichiarante è titolare di un’utenza elettrica è detenuto un apparecchio tv. Continua...

TRA IL 26 E IL 27 MARZO TORNA L'ORA LEGALE

Per chi usa gli orologi a lancette, queste ultime andranno portate avanti di un’ora dalle ore 02:00 alle 03:00 del mattino.

31 MARZO TERMINE ULTIMO PER INVIO RAPPORTI FINANZIARI ANNO 2015

Domani 31 marzo 2016 sarà il termine ultimo per la comunicazione integrativa annuale all'"Archivio dei rapporti finanziari" rivolta a tutti gli operatori finanziari per fornire dati e informazioni sui rapporti di natura finanziaria intrattenuti nell'anno 2015. Continua...

22 MARZO - GIORNATA MONDIALE DELL'ACQUA

Il diritto all'acqua risulta quale estensione del diritto alla vita affermato dalla Dichiarazione universale dei diritti umani. Esso riflette l'imprescindibilità di questa risorsa relativamente alla vita umana. La risoluzione ONU del 28 luglio 2010 dichiara: l'acqua è

SEMPLIFICAZIONI FISCALI 2016

Con l'evoluzione della fatturazione elettronica e l'introduzione dell'obbligo di invio dei dati delle fatture emesse e di quelle ricevute sarà cancellato lo spesometro. Continua...

OLIMPIADI DI ITALIANO NELLE GIORNATE DELLA LINGUA ITALIANA

L'ormai tradizionale competizione è organizzata dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Le Olimpiadi vogliono rafforzare nelle scuole lo studio della lingua italiana e sollecitare gli studenti a migliorare la padronanza della propria lingua. Continua...

DA DOVE VIENE IL TERMINE BABBO NEL GIORNO A LUI DEDICATO!

Lo usava già Dante nell'Inferno, "nè da lingua che chiami mamma o babbo" dimostrando come già nell'antichità questo termine fosse diffuso nel linguaggio Toscano e Italico. Continua...

MARZO 2016 - LE DIMISSIONI TELEMATICHE - CAMPAGNA INFORMATIVA

Dal 12 marzo, si potranno presentare le domande attraverso la nuova procedura telematica, procedura online che punta a rendere più trasparente il rapporto di lavoro, oltre che a tutelare i lavoratori più deboli. Continua...

CONOSCIAMO NEL DETTAGLIO IL VIRUS CRYPTOLOCKER PER COMPUTER

In questo periodo si sta diffondendo uno dei più pericolosi virus da computer proprio via web. Il virus in questione si chiama Cryptolocker e per quanto possiamo essere avanzati tecnologicamente gli hacker sono sempre un passo avanti a noi quindi conosciamolo meglio... Continua...

8 MARZO - GIORNATA INTERNAZIONALE DELLA DONNA

Si celebra ogni anno per ricordare sia le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne, sia le discriminazioni e le violenze cui sono state oggetto e sono ancora, in tutte le parti del mondo. Continua...

2 MARZO 2016 - "OMICIDIO STRADALE E NAUTICO" ARTICOLO E SPIEGAZIONE

Le stesse pene si applicano al conducente di un natante o di un'imbarcazione o di una moto d'acqua il quale, ponendosi alla guida in stato di ebbrezza alcoolica o di alterazione psico-fisica conseguente all'assunzione di sostanze stupefacenti o psicotrope, cagioni per colpa la morte di una persona. Continua...

ANTICA FIERA DI SAN GREGORIO 5-13 MARZO PROGRAMMA E STORIA

Il 5 marzo 2016 prenderà il via l'Antica fiera di San Gregorio che si svolgerà nella bellissima cornice di Morciano di Romagna, saranno nove giorni pieni di iniziative, spettacoli e mostre. Continua...

SCOPRIAMO E SCOPRIAMOCI SU TWITTER

I messaggi brevi di Twitter possono essere etichettati con l'uso di uno o più hashtag: parole o combinazioni di parole concatenate precedute dal simbolo cancelletto (#). Etichettando un messaggio con un hashtag si crea un collegamento ipertestuale a tutti i messaggi recenti che citano lo stesso hashtag. Continua...

IL SISTEMA DUALE 2016 - IMPARARE LAVORANDO IN ITALIA

L'impresa formativa simulata è un progetto didattico e formativo che intende riprodurre nell'ambito di una scuola il concreto modo di operare di un'impresa negli aspetti che riguardano: l'organizzazione, l'ambiente, le relazioni, gli strumenti di lavoro. Continua...

1° MARZO 2016 - DA OGGI IN VIGORE LA NUOVA RICETTA

Questo sistema innovativo garantirà la tracciabilità delle prescrizioni, determinerà sensibili risparmi da parte della Sanità sul costo della carta, sulla vidimazione dei blocchetti rossi e sulla spedizione alle Asl. Continua...

STORIA DEL PREMIO OSCAR - SCOPRIAMO L'ACCADEMY AWARD

L'Accademy Award più comunemente conosciuto come Oscar venne assegnato per la prima volta il 16 maggio 1929. Il nome ufficiale della statuetta dorata che fa da prova concreta di ricezione del Premio è Academy Award of Merit. Continua...

ARRIVA L'ARCHIVIO DA 360 TERABYTE PER RICORDARE L'UMANITA'

Racchiudere tutta l'umanità in un chip, è possibile farlo oggi grazie al vetro di silice e tanta tecnologia. Continua...

DIAGNOSI DEI TUMORI AL COLLO DELL' UTERO - NOVITA' IN EMILIA ROMAGNA

La Regione Emilia-Romagna ha deciso di modificare dal 2016 il programma di screening per la diagnosi precoce dei tumori del collo dell\'utero. Le donne in età da screening, residenti o domiciliate in Emilia Romagna, continueranno, a ricevere al proprio domicilio la lettera di invito per eseguire il test. Continua...

TUTTE LE NOVITA' 2016 NEL MONDO DELL'RC AUTO

Sconti per gli automobilisti attenti nel caso di coloro che per 5 anni non abbiano causato incidenti avranno diritto ad un bonus in linea con la polizza alla media nazionale. Continua...

MISE REPLICA A CONFEDILIZIA - NESSUNA VERIFICA STRAORDINARIA

La proposta del Ministero dello Sviluppo Economico in materia di ascensori, al contrario di quanto affermato da Confedilizia, non prevede verifiche straordinarie, bensì controlli di sicurezza da svolgersi nell’ambito della prima verifica ordinaria utile. Continua...

FINTE MAIL SUL REDDITOMETRO DA PARTE DELLA FINTA AGENZIA DELLE ENTRATE

Occhio ai link e ai virus contenuti negli allegati. L’Agenzia raccomanda di non aprire il file, di non collegarsi al sito indicato nel testo della email e di non utilizzare per nessun motivo il link presente nel messaggio. Continua...

I GRADI DEL BENESSERE - A CASA E IN UFFICIO

In questo periodo di sbalzi climatici il termostato oscilla in maniera sistematica. La ricerca infatti sottolinea come il nostro corpo ottenga il massimo a temperature specifiche. Continua...

POLIZZE ASSICURATIVE DAL WEB - LA RIVOLUZIONE ONLINE

Dal 18 ottobre 2015 non siamo più obbligati ad esibire il tagliando cartaceo sul parabrezza dei nostri mezzi e l’attestato di rischio è in corso di dematerializzazione. Questa è la rivoluzione delle assicurazioni online che comporta la gestione integrale delle polizze e dei risarcimenti via web. Continua...

TEST ONLINE SULLA SOSTITUIBILITA' DEL LAVORO

Le macchine possono fare cose sorprendenti e uno studio condotto presso l'università di Oxford, in Gran Bretagna sta sperimentando un sistema online che permette di giocare con i dati dello studio e prevedere la probabilità di essere sostituito da un computer, ora abbiamo la guida. Continua...

CONCORSO SCOLASTICO - SOSTIENI LA LEGALITA' II EDIZIONE

Per l'anno scolastico 2015/2016 l’Agenzia delle Entrate - Direzione Regionale Emilia-Romagna e l’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia-Romagna promuovono il concorso “Sostieni la legalità”, riservato alle classi che hanno aderito al progetto “Fisco e Scuola ”.

STUDI DI SETTORE 2016 - ONLINE TUTTE LE NOVITA'

Operazione trasparenza dell’Agenzia delle Entrate che pubblica le statistiche dei dati degli studi di settore dichiarati dai contribuenti per gli anni 2011-2014. Grazie a un nuovo software è possibile conoscere per anno, macrosettore o singolo studio il numero delle posizioni, i ricavi o i compensi dichiarati e la percentuale di contribuenti con

29.30.31 GENNAIO - GIORNI DELLA MERLA

"Ascoltate,bambini, la leggenda dei tre giorni della merla. Conservandola nel cuore come in uno scrigno una perla. La leggenda vuole spiegare le origini di un fatto suggestivo, affascinante o solo curioso; perché, l'inverno, per lunghi tratti mite e nebbioso negli ultimi tre giorni del nostro primo mese di colpo si mostri rigidissimo e scortese."

1 FEBBRAIO - RICORRENZA DELLE ELEZIONI FEMMINILI

Chiunque ha diritto di prendere parte al governo del proprio paese, direttamente o attraverso rappresentanti liberamente scelti. In molti paesi del mondo ancora oggi l'umanità è maschile e l'uomo definisce la donna non in quanto tale ma in relazione a se stesso.

2 GENNAIO - IL GIORNO DELLA MARMOTTA

Il giorno della marmotta, Groundhog Day, è una festa celebrata negli Stati Uniti e nel Canada il 2 febbraio, e si basa sul comportamento di un esemplare di marmotta americana. Continua...

GENNAIO - PERIODO DI BOLLI

Cos'è la tassa di circolazione? Dove-Come-Quando La tassa automobilistica è un tributo locale che grava sugli autoveicoli e motoveicoli immmatricolati nella Repubblica Italiana il cui versamento è a favore della regione di residenza. Continua...